La performance musicale con i flauti in pietra non riveste carattere prettamente concertistico ma si identifica come una “mostra sonora”, attraverso timbriche e sonorità differenziate di modelli musicali non stereotipati, per genere e stile musicale, adatti ad un pubblico generalizzato e non prettamente specialistico.
 L’articolazione degli interventi musicali avviene presentando al pubblico numerosi modelli di flauti costruiti con diversi minerali quali alabastro, onice, marmo, terracotta, ceramica, le cui sonorità sono espresse mediante esecuzioni dal vivo, supportate da basi di accompagnamento appositamente sonorizzate; ciascun modello di flauto viene presentato illustrandone le caratteristiche, curiosità, peculiarità, modalità di costruzione e di esecuzione.

Questo spettacolo è un percorso culturale inedito e particolarmente interessante per la tipologia della proposta musicale che contiene e per le insolite esecuzioni, accostamenti tra brani musicali della tradizione musicale internazionale ed esclusivi modelli di flauti in pietra e in legno. Senza ombra di smentita si tratta di una possibilità di ascolto rarissima che non trova analoghe occasioni di riscontro.

Gli esemplari flautistici presenti nella collezione sono costruiti con minerali di diversa natura e provenienti da differenti parti del mondo. Le sonorità che esprimono questi flauti risultano essere particolari e caratterizzanti, ciò dovuto alla tipologia del materiale e dalla dimensione del flauto, e stupiscono l’ascoltatore per la timbrica e per il “colore” che un materiale come la pietra possa trasmettere. L’occasione di ascolto di simili strumenti è unica. Proprio per questo è nato il progetto “Il soffio della Terra: il legno e la pietra” che rende partecipe il pubblico nel vedere, ascoltare e godere delle  straordinarie sonorità di questi strumenti. Altre informazione sono presenti nella pagina TATLAS.